Banners

Mensile registrato al Tribunale di Torino n° 6 del 25.02.2014 - Direttore responsabile Donato D'Auria

Manca davvero pochissimo alla diciottesima edizione di Cibus

Manca davvero pochissimo alla diciottesima edizione di "Cibus"


Parma - Manca davvero poco alla diciottesima edizione di "Cibus-Salone Internazionale dell'Alimentazione", uno dei più grandi eventi europei per quanto riguarda la diffusione dei prodotti agroalimentari di eccellenza. Anche quest'anno l'evento sarà sputato negli episodi fieristici di "Fiere di Parma", ente che da subito ha creduto in questo splendido evento, che é cresciuto di anno in anno.

Anche quest'anno gli organizzatori di Cibus hanno deciso di fare le cose in grande, ampliando gli spazi destinati ad espositori e buyers. Presso l'ingresso ovest della fiera, infatti, sarà rimontato il Padiglione dell'Expo "Cibus é Italia-Federalimentare", molto apprezzato dai visitatori dell'Esposizione Universale e amato dai buyers internazionali, che hanno trovato in quel luogo uno spazio di incontro e condivisione di idee che all'Expo non era rintracciabile ovunque.  

A testimoniare la grandezza di Cibus, ci sono i numeri consegnati dagli organizzatori alla conferenza stampa di presentazione dell'evento: tremila aziende espositrici e settantamila visitatori, di cui almeno un quarto proveniente dall'estero. Al salone saranno presenti anche duemila top-buyers provenienti da tutto il mondo, compresi i Paesi emergenti. Ancora una volta, quindi, Cibus é la testimonianza vivente di come il nostro Paese potrà uscire dal labirinto della crisi attuale solo se valorizzerà da subito i propri punti di forza, come lo stesso agroalimentare o la cultura.                                                 Tra i punti di forza di questa diciottesima edizione di Cibus ci saranno anche venticinque dibattiti e conferenze che riguarderanno ogni settore dell'alimentazione, dal marketing alla produzione. Quest'anno, quindi, l'evento non sarà soltanto un luogo dove comprare o vendere, ma anche un luogo di riflessione. Del resto, come testimoniano molte storie di successo imprenditoriale, senza programmazione a lungo termine é indispensabile se si vuole crescer, soprattutto nei mercati esteri.    

Come raccontato da Antonio Cellie, CEO di Fiere di Parma, e da Elda Ghiretti, Cibus Brand Manager, Cibus non é soltanto un enorme salone dedicato all'alimentazione, ma anche un vero e proprio ambasciatore della qualità italiana del mondo. In questi anni, infatti, il direttivo di Cibus ha deciso, nei propri tour in giro per il mondo, di non promuovere soltanto il proprio marchio, ma anche quello di numerose aziende italiane meritevoli. Dal punto di vista dei grandi buyers stranieri, quindi, Cibus é una grande occasione per conoscere delle eccellenze che nelle altre grandi fiere internazionali é stato loro presentato.

Insomma, la nostra redazione sarà molto contenta di essere presente a Cibus, evento davvero centrale per tutto il settore alimentare italiano. In conclusione, ci piacerebbe lanciare una piccola sfida ai bravi organizzatori dell'evento: rendere, almeno in parte, visitabile da tutti Cibu. Sappiamo che questo evento rappresenta un momento decisivo per moltissime aziende, che hanno bisogna di una relativa tranquillità per confrontarsi con i buyers, ma siamo convinti che il pubblico sarebbe contentissimo di visitare un evento quantomeno collegato a questo. Luigi M. D'Auria